Emanuele “Gem” Cristini

 

 

 

RHYTHM GUITAR, LEAD GUITAR

 

Il più piccolo della band. Ma anche il più entusista e folle! Un ragazzo d’oro, pieno di forza, energia, capacità creativa che non ti aspetti. Sul palco è incontenibile, a volte al limite della decenza! Dategli una chitarra e lui può suonare per ore, godendo e mostrando al mondo le sue intuizioni melodiche ed il suo talento innato.

Emanuele è l’unico componente residente realmente a Torino, e la sua realtà è di farsi spazio nel mondo del cinema a colpi di partecipazioni alle produzioni di fiction e di movies più importanti sulla scena italiana. E mentre cerca una collocazione stabile in questo mondo fatto di immagini e sogni, il nostro giovane aitante comincia nella sua cameretta a suonare la chitarra, cercando di imitare i suoi idoli: Slash, Jimy Hendrix, Jimmy Page, Angus Young. Ovviamente la strumentazione e la tecnica all’inizio sono quelle di un principiante, ma nel corso di qualche anno passato sempre in una religiosa solitudine è migliorato, facendo vedere ai “vecchi” della band che c’è sempre qualcosa da imparare, anche da un ragazzo giovane, bravo e bello (le fans lo adorano) come lui.

La sua fidata chitarra è una Epiphone d’orata, modello Les Paul, “customizzata” apposta per lui da un liutaio con prodotti originali Gibson, per renderla unica.

Adesso la strumentazione è al completo per suonare da vero professionista. Un ampli nuovo di zecca, nuovi effetti e tanta voglia di migliorare! (aggiornamento al 2013)

Anche se il suo è un animo libero ed irrequieto, Emanuele, imitando il buon Gem Archer, è fiero di suonare nei Morning Glory Torino, perchè loro, le vecchie volpi, lo stanno svezzando, insegnandogli i trucchi del mestiere. La frase che Umberto ama di più ripetergli è che “in una band l’equilibrio tra le parti è essenziale. Nessuna prima donna, tutti uguali. E se devi fare qualcosa che non sempre ami, falla. Per il bene della band. C’è sempre da imparare dal sudore e dalla fatica. Niente ti viene regalato.”

La canzone preferita di Ema è Champagne Supernova, dedicata spesso alla madre, la donna che, assieme al resto della famiglia, lo ha sostenuto nell’intraprendere questo sogno, avere una band nella quale suonare. L’arpeggio iniziale infatti è stato provato mille volte, per renderlo alla perfezione, e la famiglia di Emanuele questo lo sà bene!

ENERGIA ALLO STATO PURO. TRANCE AGONISTICA ON STAGE. 

 

Pagina di Alessandro